Book Presentation “Shaping Security Horizons. Strategic Trends (2012-2019)”
Rome –  July 15, 2019


Shaping Security Horizons is about fast evolving geopolitical balances and strategic trends using a  predictive analysis approach. It is aimed at decision-makers firstly and at the wider community interested in international politics, geopolitics and strategic studies.

It sketches a world taking the path of de-globalisation featuring competing powers, uncertain actors and vast regions still mired in internal crises and foreign malign influences. A world that witnesses: an increasing number of manipulated democracies; the risk of another global financial crisis; the split of Internet beyond the Russian effort; the Artificial Intelligence race; the effects of climate change and the negative effects of aging in developed countries while young populations will be majority elsewhere.

This book, regrouping the research activities of the NATO Defense College Foundation from 2012 till 2019, consists of three parts:

I. a capstone predictive article on global and macro-regional trends;

II. a group of specialised predictive analysis articles for each of the nine sectors of our current Strategic Trends programme;

III. and a 600-page documentary appendix of all our trends until December 2018. The appendix is navigable both with area/subject bookmarks, the analytical index and year/area side page tabs.

The current sectors of the Strategic Trends are: Africa, Balkans, Central and Eastern Europe, Central Asia, China, Emerging Challenges, Gulf, Indo-Pacific, Eastern Mediterranean, Maghreb and Russia.

Among the Emerging Challenges are considered: Cyberwarfare, Cryptocurrencies, Emerging Defence Technologies, Energy Security, Latin America, Maritime Security, Migration, NBCR, Organised Crime, Terrorism, Trafficking.

The NDCF launched in 2012 a long-term programme called Strategic Trends in order to provide busy readers with relevant, focussed and short analyses in an ever changing and complicating global arena.

 

—- ITALIAN VERSION —-

 

Shaping Security Horizons parla di equilibri geopolitici in rapido mutamento e traccia tendenze strategiche usando l’analisi predittiva. E’ diretto ai decisori, ai loro staff e alla comunità di esperti che si occupa di questioni internazionali, geopolitiche e strategiche.

Il quadro che emerge è quello di un mondo che si avvia verso la deglobalizzazione, in uno scenario di forti tensioni e crisi, provocate da potenze in aperta competizione, dalla paralisi decisionale di alcuni governi, dalle sovversioni interne presenti in vaste regioni e le conseguenti ingerenze straniere.

Si tratta di un mondo che vede: un numero sempre più crescente di democrazie soggette a manipolazioni; il rischio di un’ulteriore crisi finanziaria; la lotta per la ripartizione del controllo di Internet; la corsa all’Intelligenza Artificiale; gli effetti del cambiamento climatico e le conseguenze dello squilibrio demografico tra i paesi sviluppati e i paesi in via di sviluppo.

Il volume, che raggruppa le attività di ricerca della NATO Defense College Foundation dal 2012 al 2019, è diviso in tre parti:

I. Un’introduzione predittiva circa le tendenze globali e macro-regionali;

II. Una serie di analisi specialistiche e previsionali per ciascuno dei nove settori degli “Strategic Trends”;

III. Un’appendice composta da 600 pagine che costituisce l’archivio dei “trends” fino a dicembre 2018. L’archivio è navigabile sia per area/soggetto sia per mezzo dell’’indice analitico.

Gli Strategic Trends sono suddivisi nelle seguenti aree: Africa, Balcani, Europa Centrale e Orientale, Asia Centrale, Cina, Sfide Emergenti, Golfo, Indo-Pacifico, Mediterraneo Orientale, Maghreb e Russia.

Tra le sfide emergenti sono considerate la guerra informatica, le cripto valute, le nuove tecnologie per il settore della difesa, la sicurezza energetica, l’America Latina, la sicurezza marittima, la migrazione, le CBRN, la criminalità organizzata, il terrorismo e i traffici illeciti.

Il programma degli “Strategic Trends” è stato lanciato dalla Fondazione nel 2012 per fornire ai lettori con mancanza di tempo delle analisi di sostanza, specialistiche e brevi che prendessero in considerazione lo scenario internazionale nella sua complessità e in preda ai continui mutamenti.


PREVIEW


BOOK


FLYER